La SECONDA DONNA der NOBBEL

♀❣ GIOVEDì GNOCCHE ❣♀

Ve entramo a metà mattinata a gamba tesa coooooo….

𝗟𝗔 𝗦𝗘𝗖𝗢𝗡𝗗𝗔 𝗗𝗢𝗡𝗡𝗔 𝗗𝗘𝗥 𝗡𝗢𝗕𝗕𝗘𝗟

«Vorrei che sto premio mannasse un messaggio positivo a’e giovani che vojono seguì er sentiero daa scienza, certo dire positivo mo n’è bellissimo ma v’assicuro che er sentiero daa scienza cià meno buche daa Colombo»
[Jennifer “‘e buche der sessismo” Doudna, mezzo pe davero]

«CRISPR se pronuncia Crisper, no Crispies, mica ho vinto er nobbel co der riso soffiato»
[Jennifer -come se pronuncia- Doudna?]

Pe dilla doudna ahah: ‘mazza ne stamo a parlà da tarmente tanto che er nome suo ce l’avrete stampato ‘n fronte, anzi no, voo tramanderete ner DNA ahah, visto che se parla comunque de genoma, de Miss Forbicina der Genoma 2020, no macchè dimo, Miss Nobello-steccato-co-la-mia-bff Chimica 2020: applausi pe la scienziata coatta Jennifer Doudnaaaaaa!

J.D. Nobella nasce a Washington DC ner ‘64, pe poi trasferisse da piskelletta indove noi tuuutti vorremmo aprisse ‘n chiosco: alle Hawaii. Genitori entrambi profsss, la lasciamo liberaaa in questi ecosistemi meravijosi de na ricchezza naturalistica e biologgica, tanto che je fanno venì ‘a curiosità pe le scienze. A 12 anni, mentre te ancora che cercavi de capì ‘e dinamiche der Crystal Ball, Jenny se leggeva er libro der James Watson* sulla scoperta der DNA, che insieme a na lezione de na scienziata all’Honolulu Cancer Center, la ispirarono ancora deppiù a esplorà i misteri daa vita (no er Crispr Ball, seh). Dopodeche, laurea in chimica e giù a daje brutto.

Poi dici perchè uno vince er nobbel: qua stamo a parlà de na tecnica de editing genetico che permette de modificà genomi velosce velosce presciso presciso eh. Regà na cosa grossa sto CRISPR, da nun dormicce la notte, pe davero, come scriveva su una lettera a Nature, visto che cmq ce sta sotto na gran questione etica. Raccontò (pe davorio): «Er vicino mio de casa è ‘n informatico, non sa gnente de biologgia e credo nun sappia manco bene che cosa sia la CRISPR, ma quarche giorno fa, m’ha mannato un link a ‘na piattaforma de crowdfunding in cui è possibile comprà un kit pe fasse la CRISPR a casa propria, co poco meno de 200 sbromboni».
OH REGA ME RACCOMANDO, famo ‘e corna pe un secondo lockdown, MA MEJO SE CONTINUATE A ‘MPASTA’ ER PANE E LA PIZZA, (non famo che se rivedemo che de botto siete degli x-men.) #responsabilmente

Insieme a Emmanuelle Charpentier bff ha anche condotto una luuunga battaglia legale per er riconoscimento de essece arrivate prime nella scoperta e nella realizzazione daa tecnica e pe la registrazione der brevetto (‘e cose fascili maaai). Sempre a braccetto a fà le scienziate coatte: nel 2015 vincono er Breakthrough Prize in Life Sciences (che ve ricordamo, non a caso breakthrough vordì sfonnà, entrà a gamba tesa) sempre pe er sistema CRISPR/Cas9, e anche er Canada Gairdner International Award. Mo se so steccate n’artro premuccio 2020, che tajo eh, du donne che vincono er nobbel, si si, ridì ridì che mamma t’ha fatte ‘e gnocche.

@lascienzacoatta RIIIIDI, RIIIDI SU STO CA- oh taja, taja che dici tajaaaaaaaaa co quelle forbicine genomiche tajaaa

*nun t’aricordi chi è James Watson?
RIPASSA: https://tinyurl.com/y6m89pke

#giovedignocche#scienziatecoatte#lacoattanzaèdonna#girlpower#womeninscience#girlsinscience#jenniferdoudna

Dice che Jennifer Doudna indossava questa mentre la stavano a chiamà pe dije der nobel: https://worthwearing.org/…/international-day-of-women…

📸:
https://d279m997dpfwgl.cloudfront.net
https://www.statnews.com/

Jennifer Doudna - Che tajo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.