CIPPIPì (prima parte)

Ascolta “CIPPIPì (prima parte)” su Spreaker.

Riecchice. Amo fatto un barzo de diversi secoli ner tempo ma questo nun te deve fa pensa che la coattanza sia diminuita, anzi qua stamo sempre su livelli altissimi de scienza e prepotenza, tipo Manolàs contro er Barcellona. Te vojo parlà de quattro pischelletti che se chiameno Marcello Conversi, Ettore Pancini, Oreste Piccioni ed Edoardo Amaldi. Allora, ‘a scena è questa: seconda guera mondiale, Roma bombardata un giorno sì e l’artro pure, tutti che scappano pe non piasse schegge e cornicioni sulla capoccia, e sti quattro coatti come nun mai, imperturbabbili, incuranti der pericolo, continuano a chiudesse e daje giù colla fisica vera. Anzi te dirò de più: er Conversone alternava fisica e resistenza, raggi cosmici e bellaciao, così senza dì ne a ne ba. ‘npratica all’epeca tutti stavano a studià forte e duro ‘na robba che se chiama raggi cosmici, cioè tutto er bombardamento de robba che ciarriva dallo spazio (no quello dell’aerei ammerigani: popo quello che arriva dao spazio). E ce stava un certo Yukawa, un cervellaccio de giapponese, che se credeva che certi pallocconi che staveno nei raggi cosmici, che se chiameno mesotroni (senti che nome coatto? Dillo pure te, provace: mesotroni), serviveno a tené attaccate ‘e particelle ner nucleo degli atomi, che sinnò manco pe gnente volevano sta insieme, erano tipo Roma e Lazio. E tutti s’erano mezzo che convinti de sta cosa, ma invece zero: furono proprio Cippippì (Conversi-Pancini-Piccioni), che acchittando n’esperimento fatto in casa cor carburatore der pandino, quarche flessibbile e du pedane scoprirono che er mesotrone non è in realtà il mesotrone, come tutti credevano, ma è in realtà il conte muone mascherato, il fratello grasso del piccolo e innocuo elettrone che tutti pensavano figlio unico della nobile famiglia, decaduta, dei leptoni. Ciai capito quarcosa faciò?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.