**JONAS LO SVENTRAPOLIO**

«Oh Jonas m’hanno offerto na crociera ai Caraibi.»

«E *Vacci, no* ?»

[Jonas ‘CheMooDiciAfà’ Salk ] [Pe dilla tutta: Er 28 Ottobbre der 1914 veniva ar Monno Jonas Edo Salk lo scienziato che t’ha messo a bada la poliomelite.

La polio è na malattia stronza forte che se trasmette pe via orale e fecale, come le fregnacce dell’antivaccinisti. Sta malattia all’inizio der Novecento, periodo mezzo greve daa storia dell’umanità, t’ha sdrumato una caterva de ggente ed è stata una dee ultime epidemie in Europa.

Ner 1952 solo nii Stati Uniti saa pijarono più de 50’000 persone e te stirarono più de 3000 ed è na bestia tanto anfame che ancora fa sentì aa presenza in diversi Paesi der Monno. Questo solo pe ricordasse che senza vaccini semo na specie na cifra fraggile e fracicona, dee pecette.

E se mò ciavemo un vaccino dovemo che ringrazià ‘a ricerca a manetta fatta nell’anni Cinquanta der Novecento, ma ovvio pure i risurtati che c’erano già stati sur vaiolo (voo ricordate Jenner?). Sicuro non se dimenticamo der maggico Albert “Sin Sala” Sabin (n’artro sventrapolio) ma oggi ce enteressa Jonas Salk, uno partito dar basso che s’era fatto in quattro pe trovà du spicci pe ricercà i vaccini contro l’influenza ed era uno de’ pochi che ce capiva davero quarcosa all’epeca.

Tarmente mattocoatto dertipo mattofracico machestaidì che sperimentò er primo vaccino suo paa polio popo che su di sé e su’a famiglia sua. La Scienza Loca StaseraAmòDormiSurDivanoPerò.

Ma tanto lo faceva solo pe fa fà li sordi ae società farmaceutiche no? MANFATTI POPOCHENO! La fondazione pe cui lavorava nun faceva brevettà i vaccini, pe un motivo morto semplice che ha spiegato Jonas IoSonoLeggenda Salk in una intervista: je chiesero di chi era la proprietà der brevetto e lui rispose [testuali parole in romanesco, chiaro]: ‘DAAA GENTE, CHIARO. ER BREVETTO NUN CE STA. CHE UNO PO’ BREVETTA ER SOLE???’. No maaa, la Scienza nun è coatta. Nono.]

salk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto