Ne’a matematica o ciai ragione o nun devi cagà er cazzo

♀❣ GIOVEDì GNOCCHE ❣♀

Ve entramo a metà mattinata a gamba tesa coooooo….

𝗨𝗡𝗔 𝗗𝗢𝗡𝗡𝗔 𝗖𝗛𝗘 𝗨𝗡𝗢, 𝗗𝗨𝗘, 𝗨𝗡𝗔 𝗗𝗢𝗡𝗡𝗔 𝗖𝗛𝗘 𝗖𝗢𝗡𝗧𝗔
#mysskathy

«Oh regà, conto io.»
[Katherine Johnson, durante ‘e partite de nascondino co l’amichi sua]

«Ne’a matematica o ciai ragione o nun devi cagà er cazzo»
[Katherine Johnson, pe davero]

Pe dilla tutta: manco tre giorni fa, ce lasciava alla palindroma età de 101 anni, Katherine ‘contachetepassa’ Johnson, matematica e ‘nformatica, prima ingegnere afroamericano de’a NASA, diventata famosa* pe ave fatto li conti de’e traiettorie de’e prime missioni spaziali quanno ancora nun ce stavano li compiute.
C’è da dì che nun è stato facile pe Myss Kathy arivà dove t’è arivata: ‘nfatti era nata negli anni ‘20 in Virginia, uno degli stati più razzisti de America, da ‘na famiglia de colore senza ‘na lira. Ma lei era tarmente avanti che tipo te finisce er Liceo a 14 anni e a 18 se laurea all’uni in matematica (e francese, così, pe sport) co 110 e limone accademico, mentre te sei rimasto ancora a contà i centesimi pe compratte le goleador.

Dopo avè fatto l’insegnante pe un po’ de tempo, riesce a fasse pijà a’a NASA, dove però nun la mettono a fa ‘a scienziata co tutti gli artri capoccioni (eh no, una donna – oltretutto de colore – ma che stamo a scherzà?) ma la tengono insieme alle altre donne sgrave in matematica a fa ‘e calcolatrici umane, che ancora quelle elettroniche nun ce staveno. Kathy quindi te inizia a carcolà de botto li PIANI DI VOLO E LE TRAIETTORIE DE’E MISSIONI SPAZIALI, tra cui pure quelle de Alan Sheppard, primo americano ne’o spazio, e la missione Mercury.

E se poteva stà tranquilli co lei, che i conti li faceva tarmente bene che, anche quanno ormai li compiute’ ce staveno, John Glenn (sì, proprio lui, er primo americano a orbita attorno a’a Tera ner 1962, doppo Yuri Gaga) je chiese de rifà i conti a mano perché se fidava più de’a Johnson che de ‘na macchinetta. E ner ‘70, chi t’ha fatto le verifiche pe riportà a casa gli astronauti della missione Apollo 13? Sempre lei.
Se vede che a’a NASA la Kathy era una che contava, mica ca!
Er razzismo e er sessismo però l’accompagnarono pe tutta la vita sua, e noi nun ce potemo che chiede dove saremmo potuti arivà se invece le cose fossero state diverse… sicuro non a carcolà le finestre de lancio pe le ztl de Roma che veramente ad annà su’a luna, facevamo prima

La Scienza Coatta PE QUELLE CHE CONTANO ❤

*(Così tanto famosa che calcola, cianno fatto pure er film ER DIRITTO DE CONTA’, che se nun l’hai ancora fatto, te devi annà a spizzà.)

#giovedignocche#scienziatecoatte#lacoattanzaèdonna#girlpower#womeninscience#girlsinscience#katherinejohnson MYSS KETA

Dice che KJ se faceva i calcoletti pe mannatte in orbita su questo:
https://worthwearing.org/store/la-scienza-coatta/international-day-of-women-and-girls-in-science/notebook

Katherine Johnson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto