❗NUN FA O SBOHRONE❗

«Dio non gioca a dadi con l’Universo»

[Baffo, pè davero]

«No, ce gioca a scopa»

[Niels Bobobobohr]

«De quanti e de fregna er baffo s’impregna»

[Niels Bobobobohhhhrrrrr]

Pe dilla tutta: er 18 novembre 1962 collassava Niels Hendrik Davidone Bohr, che è tipo er dio daa meccanica quantistica. C’è da dì che sto cervellone atomico da piskello n’aveva capito bene che scienza e coattanza devono sempre annà insieme. Dicheno nfatti che ner 1905 er Bohretto faceva er portiere pè l’Akademisk Boldklub, una dee squadre de carcio de Copenaghen, e era pure mezzo bravo, tanto che lo volevano convocà in nazzionale. Si nun fosse che durante n’amichevole, mentre giocava cò ‘na squadra de crucchi, sto manidemmerda s’è pijato un gol da millemila metri, e poi s’è scusato che stava a pensà a na cosa de matematica. L’amichi sua giustamente l’hanno gonfiato di botte n’oo spojatoio, e da allora er Nielsone ha cominciato a fà sul serio.

Ecco che t’ha combinato sto nummero uno:

– t’ha capito che l’elettroni che piotteno vicino ar nucleo ce ponno avè solo certi precisi livelli di energia, no quelli che te parono a te

– e che sti elettroni ponno zompettà da un livello di energia all’artro, come supermario

– e che quanno n’elettrone zompetta da un livello all’altro te sputa fori n’artro fregno, er fotone, che cià giusto giusto guardanpo’ quell’energia uguale alla differenza tra i livelli.

Pe tutto sto popo de robbaa, ner 1922 se beccò er premio Nobello. Tra ‘na giocatina a scopone scientifico, du’ tiretti a trottola cor Pauli e du’ botti co Sor Arbertone, se rese conto daa possibbilità de ricavà energia d’aa forza nucleare che t’aveva scoperto. Così, quando naa II guera i crucchi okkuparono ‘a Danimarca, se defilò e iniziò a collabBOHRà ar progetto Manhattan (quello pe fa la bomba atomica, pe capisse) senza però mai partecipà a’a costruzione dee bombe sganciate sur Giappone, tant’è che poi ‘o ritrovamo regolare e prepotente in prima linea a manifestà contro le armi atomiche e pe n’uso dell’ energia atomica, come quella che se spriggionava durante i festini a casa sua*.]

bohr
lassame du botti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.