L’Alluminio che va co’a plastica

Al – Alluminio, 13

Ve potremmo di che l’Alluminio è ‘nsacco popolare, pure se non lo sa manco lui. Popolare è er termine giusto, pure Andy Wharol forse nun ciaveva mai pensato, ma er fatto che le famose latte de pomodoro Campbell’s, erano fatte de Alluminio, forse n’era ‘n caso. Er motivo sta proprio ne’e proprietà che sò quelle che sto metallo è morbido, leggero e malleabbbile.
Tutte e tre insieme te fanno l’alluminio ideale pe fà conservà ’a passata de pomodoro o fatte beve ‘na Coca-Cola fresca che quanno hai finito fai “A B C D con la linguetta per trovare il nome di un amore che te corrisponda” (cit. Carl Brave).

Inortre, a differenza der fero, pe l’amichi Ferro, l’Alluminio è pure difficile da ossidà, qui ’a ruggine nun ce la trovate perché ‘n pratica è ricoperto da ’n majone de ossido che lo protegge, così ‘a Coca-Cola t’aa pòi beve pure senza cannuccia.

Sto tenerone è tarmente tanto smirzo rispetto all’artri amichi sua metalli che je permette de esse utilizzato in una fracca de modi: parti dar presupposto che se vòi la machina che piotta, non te poi fa n’Hummer. Ce pòi fà er coatto, però pesa un botto e consuma pure ‘n botto.

‘Nvece l’Alluminio, che pesa poco, sotto forma de lega, se presta bene in un sacco de posti: motore, radiatore, cerchi ’n lega… pe dittela breve: l’Alluminio è poliedrico, te fa magnà, te fa beve, e quanno finisci la lattina te dice pure se quello della quinta A te ama oppure no.


La Scienza Coatta e gli amici chimici le bire solo in vetro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto