Me fai veni’ er latte alle ginocchia

*** BELLA PE LOUIS GIGGI PASTEUR ***

«A ‘mbacilli!»
[Giggi “Fermento” Pasteur]

«Me fai veni’ er latte alle ginocchia»
[Robbertino “Tibbiccì” Koch]

(Pe dilla tutta: er 27 dicembre der 1822 nasceva Gigione Pasteur, uno de li mejo chimici, biologi e ‘mbriaconi daa storia. Ar Pasteur je dovresti di’ mille vorte grazie pure te, che si poi anna’ a fa’ er gaggio ar bar e beve ‘a birra bona è tutto merito der Giggi. ‘Sto acchiappabacilli, bevi e studia e studia e bevi, se rese conto che la birra a ‘na certa cominciava a sape’ de piscio de cane e capì che era tutta corpa de certi fregnetti – i fermenti organizzati – che ce crescevano dentro. Allora che te dice sto magnaescargot? Dopo che hai messo la birra ‘n bottija, daje ‘na scallata e poi me vieni a di’ che te bevi. E anfatti, come te sbaji, er Giggi c’aveva raggione: ‘sto procedimento se chiama pastorizzazione e se utilizza ancora oggi, pure p’er latte che te bevi quanno te sveji. Quanno fu bello gonfio de Peroni, er Pasteur se mise a lavora’ pure su certe malattie tipo er colera, er carbonchio e ‘a rabbia, per cui te creò pure un vaccino che popo fermete. Fece pure a botte co’ Robbertino Koch, che stava a rosica’ un botto perché Giggi c’aveva più like su Instagram. Stacce Robbe’.)

La Scienza Coatta in fermento

Pasteur latte scaduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto